ECOBONUS E SISMABONUS al 110% con sconto in fattura

incentivi per l'edilizia dal primo luglio 2020 fino a dicembre 2021 nel Decreto di Maggio.

Coronavirus: le novità del Decreto Rilancio con il Superbonus 110%

 

RISTRUTTURARE CASA A COSTO ZERO

 

Il Superbonus è stato approvato nella serata del 13 Maggio dal Consiglio dei Ministri all'interno del Decreto Rilancio, decreto che si propone di rilanciare l’economia italiana e gli interventi in edilizia, dopo lo stop forzato a causa della pandemia di Coronavirus.

 

L'importo sostenuto per i lavori totalmente recuperato in 5 anni!
 

Opportunità per tutta la filiera dell’edilizia, una possibilità vera per chi decide di investire, per il patrimonio edilizio e per chi esegue i lavori, tecnico o impresa che sia.


 

La detrazione del 110% sarà fruibile per gli interventi di riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, 

 

Il Superbonus energetico si ottiene con l’APE

Per avere l’aliquota privilegiata del 110%, il Decreto specifica che gli interventi di riqualificazione energetica prima elencati dovranno essere tali da garantire l’incremento di almeno due classi energetiche per i condomini e le singole abitazioni sui quali verranno realizzati.


Sarà necessario calcolare l’indice di prestazione energetica dell’edificio nella sua condizione originale e a valle del progetto di riqualificazione: l’EPgl post intervento dovrà essere tale da consentire all’edificio di guadagnare due classi di punteggio.
Il salto di classe deve essere chiaramente dimostrato con la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) rilasciato da un tecnico abilitato.

Una delle principali novità concerne il ritorno dello sconto in fattura, limitato dalla scorsa manovra soltanto ai grandi lavori in condominio, e dalla possibilità di cessione del credito anche alle banche, e non solo da parte di soggetti incapienti.


La detrazione prevista ha l’obiettivo di coprire l’intero importo della spesa sostenuta, con una “percentuale di ritorno” per il contribuente.

 

L’obiettivo è consentire alle famiglie di fare lavori in casa a costo zero, seguendo due diverse vie:

  • Anticipando il costo dei lavori, con una successiva cessione del credito d’imposta alla banca o ad altri intermediari finanziari, in modo da poter ottenere subito il rimborso della spesa sostenuta;

  • Cedendo il credito d’imposta all’impresa che realizza i lavori che, a sua volta, potrà utilizzare la somma in compensazione per il pagamento delle imposte o cederlo a sua volta senza limiti, e anche alle banche.

Rimane, comunque, la possibilità di usufruire dell’ecobonus e del sismabonus in detrazione fiscale, con la dichiarazione dei redditi, per 5 anni.

 

L’aliquota del 110%, inoltre, spetterebbe per tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica, come l’installazione di infissi o schermature solari, nei limiti di spesa previsti per ciascun intervento e devono essere eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi previsti al comma 1 art. 128 del Decreto rilancio approvato dal CdM il 13.05.2020

 

>> Qui trovi il testo completo dove abbiamo evidenziato i punti rilevanti

In attesa della pubblicazione del testo definitivo sulla Gazzetta Ufficiale e degli immancabili chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate

NOI, sin d'ora, CI SIAMO

e potete già contattarci per trovare la VOSTRA soluzione economicamente più vantaggiosa (a 360° gradi) insieme ai nostri partners e tecnici di fiducia. Email, telefono fisso o mobile

  • mazzariello campania